I giochini da diario – Liebster nonsoché 

Grazie Adriano Luciani per la nomination.

Di norma i questionari così li snobbo ma per fonta: mi ricordano i test su Cioè e Top Girl di quando ero al liceo, il pacco di questi tra blogger è che non ti esce un profilo inventato alla cazzo di cane da un editor sottopagato che medita il suicidio e scarabocchia ovvietà, grazie al cielo di ‘sti tempi c’è Rob Brezsny.

Comunque adesso fumo una paglia e lo faccio e poi vi nomino, però non ho la minima intenzione di venirvi a contare i follower perché sticazzi (perché andrebbe nominata solo gente con meno di tot follower)

(faccio la sostenuta per darmi un tono, poi ho di nuovo minacciato i coinquilini di sequestro di stoviglie e sono calata nel ruolo)

(mi piacciono le bistecche crude, agli astanti sconvolge sempre)

Comunque: ora rispondo alle domande, poi nomino dieci di voi è rispondete alle mie.

(Daidaidai!!)

Mie risposte: 

1. Qual è il libro che salverai dall’universo quando Internet ci mangerà tutti? 

Uno solo no, ma proprio dovessi scegliere, qualcosa che non ho ancora letto e me lo farei consigliare da P

2. Quale libro ti penti d’aver letto?

L’insostenibile leggerezza dell’essere: lo leggi da teenager e pensi 

Noperchecc’é, alla fine è peso, la sua para ci sta” 

poi smetti di ammazzarti di canne ogni giorno e ti accorgi che è solo uno stronzo che strofina i capelli su vulve a caso poi manco si lava la testa prima di tornare dalla sua donna, la quale dovrebbe fare un corso di autostima o rottura nasi.

Kundera paraculo dimmerda.

3. Quale titolo di quale libro definirebbe perfettamente il senso del tuo blog?

Boh, Guerra e Pace?

4. Se ci potesse essere una canzone di sottofondo costante al tuo blog, quale sarebbe?

Scrivo quando sono presa male e quando sono presa male è difficile che ascolti musica.

Però questa mi fa sempre sentire bene ma non c’entra e un post c’ha questa di sottofondo 

5. Qual è lo stato d’animo che speri suscitare nei tuoi lettori?

Nessuno in particolare, scrivo per me

6. Qual é lo stato d’animo che alla fine della fiera susciti realmente nei tuoi lettori?

Non so del blog, i destinatari dei miei pipponi mi dicono sempre che li faccio sentire male, pace.

7. Esiste un film che abbia realmente condizionato la tua maniera di rapportarti al cinema?

Non mi pare 

8. ..E alla vita?

Men che meno

9. Qual è la cosa che più ti infastidisce in un blog altrui?

L’altisonanza, perché è un difetto che ho anche io suppongo 

10. Che ti importa, realmente, del mondo reale? 

Molte cose, quelle serie soprattutto, tipo mangiare

Adesso vi faccio le mie domande che saranno molto banali perché a me piace così: 

1- Cosa ti piace del virtuale?

2- Cosa ci cerchi dentro?

3- Perché un blog?

4- Mai conosciuto gente dalla rete?

5- Se la risposta alla 4 è “sì”, l’opinione precedente era realistica? Se no, perché no?

6- Cosa manca al virtuale per essere meglio?

7- E al reale?

8- Ti leggono persone che ti conoscono live o il blog è anonimo?

9- Sei felice, in linea di massima?

10- Quali sono i commenti ai post che ti fanno girare i coglioni?

Domande per: 

Famigliacomponibile

Yaxara

Nanalsd

Re

Lapo

Tuttotace

Danitrip77

Giovol

Giornoalterno

Albucci

Lo so che non tutti lo faranno ma sticazzi 

Advertisements

34 thoughts on “I giochini da diario – Liebster nonsoché 

    • Da lei, invece, ci si aspetta di tutto.

      Signorina tazza, complimenti per l’originalità delle domande. Mi saluti la nonna.

      Like

      • Non sia ridicolo. Le ricordo che non ci conosciamo e non ci frequentiamo. Non c’era nessun motivo per cui dovesse promettermi o mantenere qualcosa. Ma trovo villano e cafone il suo modo di comportarsi. Tutto qui. Non vedo cosa c’entrino le promesse. È solo scorretto. E cafone.

        Like

      • A posteriori, mi rendo conto che la sua era un’affermazione generica su ciò che offre il suo blog. Non posso che essere d’accordo. Solo che più che alle promesse risponde alle premesse. E sì, decidere di continuare a leggere il suo blog è una scelta. Vista la premessa, si evince che i suoi lettori siano più interessati a quello che scrive e a come lo scrive. Non a lei, insomma. Il che mi spiega il suo comportamento. Come affermava in un suo commento “Tanto non importa a nessuno”. Giusto? Insomma, ha quello che si aspetta da loro. E loro hanno quello che si aspettano, lo spettacolino di un clown sgangherato. Di che si meraviglia?

        Like

    • Tutte e due. La seconda frase è ironica. La prima è serissima. Ai suoi interlocutori toccherà spremerti le meningi per rispondere. Cosa che dovrebbe capitargli di rado, per ricevere “premi”.

      Like

  1. Si puote rispondere per commento? O non vale? E si puo’ non nominare nessuno? E si puo’ avere il menù vegano (no, scherzo, non arriverei mai a tanto)?

    Like

    • Eh no, avendo sempre mangiato come un bidone, complici le intolleranze alimentari, si è diffusa la leggenda che io sia di impostazione imponente.
      È vero che ho ossoni non da poco, ma c’ho parecchia mollezza pure addosso, un po’ disgustosa.
      (Assicuro realismo in questo senso: non ho paranoie sull’aspetto, mi piacevo anche da grassa)

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s