Come si è arrivati qui – P 11

Non ricordo esattamente la successione degli avvenimenti.

Per una settimana d’inizio ottobre io e P ci siamo scritti e infrattati in auto, niente di apparentemente rilevante, niente che mi piacesse poi troppo.
Forse mi piaceva piacergli, forse bevevo troppo, forse dopo tanto tempo per i fatti miei l’avere a che fare con qualcuno in modo più canonico del – mio – solito mi pareva ci stesse.

Una sera, dopo tre infrattamenti, ero a casa con l’influenza.

– se vuoi passo a trovarti dieci minuti

– ok dai

Così dopo qualche ora ci siamo visti al solito posto, sulla solita panchina che poi è un blocco di granito sul qualche ci eravamo menati per ore la prima notte.
Ci siamo salutati con un bacio al suo arrivo

grave

errore:

dopo qualche minuto di chiacchera e limone P aveva espresso la perplessità che fino a quel momento era rimasta solo dipinta nella sua espressione da piccola civetta dagli occhi sbarrati

– Mi chiedevo.. cosa stiamo facendo?
– In che senso..?
– Beh adesso ci siamo visti e ci siamo salutati con un bacio, se non ci fossimo baciati avrebbe voluto dire una cosa ma così nel vuol dire un’altra magari
– Oddio, non lo so.. ci siamo visti tre volte..
– Perché c’è una persona

Advertisements

8 thoughts on “Come si è arrivati qui – P 11

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s