Belle cose

Una cosa che amo nelle persone è il riuscire ad andare avanti senza restare legate a vecchi rancori. 

Ad esempio, di recente ho visto più spesso del solito M, il mio primo amore. Siamo stati insieme 5 anni e mezzo da ragazzini, ci siamo lasciati da 8 credo senza più vederci se non occasionalmente, nessuno dei due ha ammazzato parenti dell’altro quindi – seppure ci siano stati episodi antipatici da entrambe le parti – conservo un bel ricordo. 

Io. 

Lui nel giro di un paio di mesi in cui si sono succeduti sporadici contatti, mi ha chiarito che “non potremo mai avere un rapporto normale per come ti sei comportata tra il 2008 e il 2011” e che “possibile che ogni volta che ti sento sei la cosa peggiore della mia giornata” (testuale) 

chiaccherare del più e del meno è fattibile finché non viene nominato qualcosa che suggerisca l’esistenza di altri partner nell’universo conosciuto (questa è stata una mia impressione) 

più un paio di altre cose che avendo finito la pausa sigaretta non ho tempo di esporre visto che dubito meriti ulteriore attenzione ‘sta menata. 

Poi da sbronza avevo ottenuto un paio di condiscendenti “No no ma tranquilla non ce l’ho con te” e “sisi anch’io ti voglio bene” che – altra impressione – parevano falsi come Giuda – ma fa poi lo stesso. 

No, dicevo, mi piacciono molto le persone che non hanno più a che fare con i vecchi fantasmi e sono privi di animosità decennali che campano di rendita. 

Se ne conoscente qualcuna, magari presentatemela.

Advertisements

21 thoughts on “Belle cose

  1. La mette un po’ semplice. C’è una massima molto bella che dice: “Il ricordo della felicità non è più felicità: il ricordo del dolore è ancora dolore”. Dovrebbe essere di Byron. E’ molto vera. Se si è stati profondamente feriti, il dolore rimane. Far finta che non sia così e passarci sopra come se niente fosse è come sputarsi in faccia. Per avere cosa, in cambio?

    Like

    • Miseria che massima!
      Vero, sono d’accordo, è che non essendo – nonostante le apparenze – un tipo rancoroso, preferisco ricordare con affetto.

      Il ricordo della felicità non è più felicità ma è qualcosa che si può ricordare con piacere, se il dolore fa ancora male non è un ricordo, è dolore e basta.

      Like

      • Si può scegliere di non ricordare, certo: ma, a quel punto, è bene eliminare qualsiasi riferimento che induca a ricordare; occhio non vede, cuore non duole, insomma. Ne deduco che il suo filarino sia rimasto profondamente ferito da lei, che ne è inconsapevole a quanto pare. Lui, invece, se lo ricorda. Parlatene, se ci tiene a mantenere i rapporti. Altrimenti non si meravigli.

        Like

    • A parte il fatto che mi aveva mollata lui, non ha nessun motivo per essere così arrabbiato: siamo parimerito col passato, poi se a lui piace portarsi sassi nelle scarpe, problema suo.
      Peccato però, mi sarebbe piaciuto chiaccherarci come si fa tra vecchi amici che non si vedono da tanto.

      Like

      • Probabilmente non riusciva ad interagire in modo soddisfacente con lei: Forse lo metteva in soggezione o lo faceva sentire inadeguato. Ti odiano sempre, quand’è così. Invece di prendersela con se stessi, se la prendono con te. Ha presente i gatti che ti mordono la mano quando li accarezzi e hanno mal di pancia? Pensano che sia tu a provocarglielo e si incazzano puntualmente.

        Like

  2. per me è difficile portare rancore se non in casi estremi.
    al limite smetto di vedere, sentire, parlare con una persona, il silenzio è meglio dello stare a rosicarsi il fegato in eterno.

    Like

  3. “ogni volta che ti sento sei la cosa peggiore della mia giornata” una frase così (e ci vuole un certo coraggio a pronunciarla) chiude ogni possibilità di contatto, di qualunque natura, manco su un autobus all’ora di punta.
    ml

    Like

  4. Una sono io. Che sono quella che avrebbe dovuto portare rancore a vita. Lì per lì, non ne volevo neanche sentire l’odore, ma ora a distanza di un paio d’anni capita di sentirsi senza problemi. Ho cancellato il brutto, è rimasto l’affetto dei tanti anni passati insieme.
    Bel posto questo. Mi piace 🙂

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s