Ora che sei tornato

Ti passo le dita sul dorso e non mostri il solletico che so, un po’ ti fa soffrire. 

Mi sei mancato. Non c’è stato un giorno senza di te e ce ne sono stati tanti, cercando di dimenticarti. 

Credo di aver perso le forze, la voglia di combatterti. E non ho avuto altra scelta: ho dovuto lasciare che tu mi perdonassi. 

Resti fermo e mi aspetti, mi guardi da vicino con le braccia spalancate e non posso far altro che lasciartele chiudere tutt’attorno alla casa.

Advertisements

6 thoughts on “Ora che sei tornato

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s