Para dura

Ho la testa annodata di roba che non riesco a tirare fuori: è troppo piena e il contenuto non passa e se cerco di tirare un filo per dipanare la massa, ottengo solo che si allacci più stretta. massa

Ho una cosa da concludere, non voglio rischiare di dover non sapere mai cosa sarebbe potuta diventare.
Il resto, l’ho lasciato stare. Non importa che penso ancora quanto vorrei passare con lui un’altra giornata, è una nostalgia forzata. C’era poco da fare, non ci andava di faticare.

Comunque sono felice e non penso mi fosse ancora successo. Esserlo, non è una magia vuota colorata in modo gioioso: è un pendio scivoloso e non l’avrei mai ammesso fino a quando ho capito che l’aver avuto torto in quasi ogni convinzione è una cosa con cui si fa pace quando il cuore è tranquillo e la mente sa e tace.

Stanotte ho fatto un brutto sogno, di quelli che ti svegli e hai il cuore spezzato e ci ho messo un paio d’ore a sistemarlo: non si era proprio rotto, solo ammaccato
sbattendo contro al fatto che sei un incubo di cui ho bisogno, a metà strada tra il niente e il passato

 

Advertisements

8 thoughts on “Para dura

  1. Silver Silvan scrive:
    Il tuo commento deve ancora venire moderato.
    marzo 4, 2017 alle 7:57 pm
    Quanto si sopravvaluta. Quando si cerca altro, il matrimonio (o il rapporto) è già finito, probabilmente da un pezzo. Non ha danneggiato nulla, insomma. Il terzo incomodo serve solo a far sì che i due, finalmente, se ne accorgano e smettano di crogiolarsi nei loro alibi.

    Non leggerà questo commento dalla signora tuttotace. Glielo scrivo solo per informarla che i commenti poco carini non li pubblica proprio. Quindi si tranquillizzi, i suoi devono sembrarle carini, visto che li pubblica.

    Like

    • Beh non mi sembra un commento poco carino o maleducato, è una considerazione e anche abbastanza neutra mi pare. Sono d’accordo per la maggior parte delle situazioni delle quali sono a conoscenza nella mia cerchia.

      Like

      • Come vede, nel sito della signora in questione non compare. Cosa vorrà dire? Che bisogna genuflettersi e sostenere le sue tesi incondizionatamente, presumo.

        Like

      • Indiscutibilmente. Mi ha solo fatto tenerezza il suo preoccuparsi nei confronti di chi se ne sbatte altamente, nonostante si atteggi a persona molto sensibile e ciarli continuamente delle sue emozioni e di quelle altrui.

        Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s