Lesbodrama – Intro

Io non sopporto le lesbiche.
O meglio, non sopporto la maggior parte delle oscure pratiche che si accompagnano alla vita di una tipica lesbica della mia città – giocare a calcetto, muoversi in branco diviso per orientamento sessuale, rimanere amica
con
ogni
singola
ex.

Io, ‘sta cosa non la capisco. b9c28261b168025c6e0d0e3ed0ecb29824cc3699a68f8c98d0ef3c986337051a
Poi conosco persone normali, che con le ex non vanno d’accordo
COM’ÈGIUSTOCHESIA
(quando il modo con cui ci si è lasciate, lo esige).

Ieri sera parlavo con alcune compagne di squadra, dopo allenamento. Ero l’unica a non avere questo problema.
Ebbene sì, PROBLEMA. L’omosessualità nello sport è un problema:
una persona pratica discipline sportive per scaricarsi, per passione, per fare gruppo e dio solo sa cosa
e servono concentrazione, condizione, motivazione e un sacco di altre cose banalmente in rima
ma se sei omosessuale
ti trovi ogni-ex-in-campo. Spesso è proprio lo sport che le ha fatte conoscere, cementato l’unione, fatto da argomento nei primi, imbarazzanti e tesi incontri, poi CIAONE.
E si rimane così, smollate
ma
con

article-2236881-162a2cc1000005dc-429_634x774
Ho cercato “Lesbian ex” su Google e questo è quello che ne è uscito, insieme ad altre tizie sconosciute

una quantità illegale di ex da affrontare.

A rugby poi, terribile: devi anche toccarle! Fossi lesbica, la sera prima di una partita andrei a investirle con la macchina perché un paio di palle che ci gioco.
(Questa frase è il risultato di traumi infantili, asilo religioso e Dawson’s Creek. L’unico aspetto positivo della mia eterosessualità è il non essere in galera).
Voglio dire, non è già abbastanza difficile rientrare in un categoria di persone in cui tutti vogliono esprimere opinioni sull’impiego che fai dei tuoi sentimenti e dei tuoi genitali, anche le ex in campo??

 

No, non ce la potrei mai fare.

Motivo per cui, dopo questa introduzione, andrò a raccontare i lesbodrama – o lesbodrammi, come vi pare – che hanno sistematicamente afflitto il mio universo in questi anni, sperando che nessuna delle mie amiche legga mai queste pagine perché altrimenti finisce che prendo un sacco d’insolenze.

 

Advertisements

27 thoughts on “Lesbodrama – Intro

  1. Però in mischia puoi menare duro quella che ci prova con la tua ragazza o con la ex di cui sei ancora innamorata o quella che te l’ha portata via… Insomma ci saranno delle soddisfazioni.

    Like

    • Poi nel seguito racconterò la cena in cui, una delle mie amiche (anche lei pro pisello) si è guardata attorno e ha urlato: “INCREDIBILE! OGGI SIAMO IN VANTAGGIO NOI”.

      L’ironia è la cosa – ho visto, non so se valga per tutti – più efficace per mettere tutti a proprio agio, in un contesto dove diverse fasce d’età si incontrano (chi è più giovane ha più cose da scoprire di sé) e bisogna chiarire le posizioni reciproche senza che farle diventare un problema.

      Liked by 1 person

      • Ah ma figuriamoci, non fosse una questione che crea problemi a causa di gente che ha segatura nel cervello, non lo troverei neanche un argomento a sé stante. Chi si innamora di chi, o va a letto con chi e simili, mica sono affari miei (qualunque sia l’assortimento genitale coinvolto).

        Liked by 2 people

      • Un commento da incorniciare. Sottoscrivo in pieno. A me, delle questioni sentimentali altrui, non me ne frega niente. Sono cose personali. Ma posso anche capire che, chi è stato nell’ombra per decenni, non veda l’ora di starnazzare a squarciagola, quando si espone al sole.

        Liked by 1 person

      • Vero, è che trovo assurdo che a qualcuno si possa voler impedire di… vivere…?
        Che per me non esiste neanche lo starnazzare, né mi da fastidio quando mi ci trovo in mezzo. Boh.

        Like

  2. Ecco, hai messo nero su bianco il mio speleo-incubo nel caso in cui lasciassi il biondastro! Non starei mai nello stesso club del mio ex (e dove cavolo vai in un ambiente in cui si conoscono tutti?).

    Like

  3. Come darti torto? Hai descritto alla perfezione uno degli aspetti più angoscianti dell’essere lella. Per fortuna credo di essere una delle poche ad avere un numero molto ridotto di ex in giro, con le quali ci odiamo mortalmente. Quindi problema risolto!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s