Dopo molto tempo abbiamo parlato di nuovo (1/2)

Era da parecchio che non mi fermavo proprio da lui, il tipo che lavora nella mia via e che incontrai in sala d’aspetto all’Igiene Mentale. Mi sembrava di non vederlo più, per strada o dentro al suo negozio.

Ad un certo punto ero quasi preoccupata – considerati i discorsi che gli avevo sentito fare – poi l’ho visto di lontano un paio di volte e mi sembrava in forma. Per quel senso d’importanza che ci diamo come scusa a girare il nostro sguardo, più di una volta ho tirato dritto apposta: non mi andava di parlare.

Però l’altro giorno mi sono fermata, per una tappa veloce prima di avviarmi verso casa di Alck.

“Oh ciao!” mi ha detto, mentre pistolava non so cosa su un bloc notes.

“Allora? Come va?” gli ho chiesto, dato che – odiosamente, per chi come me ha manie d’interpretazione altrui – è un tipo sulle prime imperscrutabile.

“Ma bene sai? È un pezzo che non ci vediamo”

“Infatti: ogni volta che butto l’occhio nella vetrina, non ti vedo mai”

“Perché adesso lascio fare tutto ai miei dipendenti, piuttosto non metto via niente ma faccio cose che mi piacciono e appena ho un giorno libero vado alle terme!

Sono stato anche a tanti concerti e sto bene”

[…]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...