E poi “ordine” è una convenzione arbitraria

La serata di ieri si potrebbe quantificare con:

20% chiacchiere 30% rinfacci 2% videogiochi 18% psicoterapia 13% disperazione 7% baci 10% pianto

e il trailer della cronaca meglio spiegata è:

“Quindi tu non ti sei fatto problema a tenere in ostaggio qualcuno per due anni e mezzo della sua vita a causa di un trauma di serie B? Se eri convinto che tanto sarebbe finita, la mossa coerente sarebbe stata rimanere solo in partenza, non stare con me convinto che sarebbe andata di merda perché la stavi facendo andare di merda tu per darti ragione”.

Madonna, che astio mi fanno quelle persone che pensano di stare male solo loro. Come se noialtri attorno fossimo fatti di nulla.

8 pensieri su “E poi “ordine” è una convenzione arbitraria

  1. Mmm. Fossi in voi, eviterei qualsiasi frequentazione reciproca per un po’. Almeno finché non vi prende la voglia di rivedervi. Che potrebbe anche non tornare. Datevi appuntamento tra un mese esatto, in un posto in cui non siete mai stati. Se uno dei due se ne dimentica, le dico subito che è un brutto segno.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...