Sì, diciamo che non va benissimo

Non credo di avere molte risorse rimaste.

Non credo che vivere di frustrazioni, senza un segno d’interesse diverso da “ti ho comprato la pasta senza glutine” sia compatibile con me.

Non credo nemmeno che Alck sia in fondo l’unica persona con cui potrei mai essere me stessa, perché ho iniziato a vederlo quando ho cominciato la terapia e siamo rimasti insieme da allora, ma io sono io con o senza di lui

e ho fatto pace da sola con un po’ del mio cervello, ho usato quello che avevo ottenuto per funzionare insieme, non ho avuto l’occasione di fare grandi errori nei suoi confronti perché è difficile sbagliare da intontiti su un divano.

Non pretendo chissà cosa, ma qualcuno che – dopo più di due anni e mezzo – abbia voglia di fare qualcosa di carino per me almeno una volta, sì.

Ho avuto un ragazzo che si è finto per settimane un ammiratore segreto: mi mandava un messaggio anonimo al giorno con un’immagine carina, un espediente per portami in vacanza per l’anniversario

e ho apprezzato allo stesso modo un brutto braccialetto del mio colore preferito, con il ciondolo a forma di un animaletto che mi piace tanto, da un altro ragazzo dopo.

A me basta l’interesse, per essere felice. Non si può stare con qualcuno che non mostra interesse per te. O meglio: voi fate come volete, io non riesco. Meglio sola, perché almeno posso usare i miei sforzi su di me, non a rincorrere qualcuno che – in fondo – non mi ha mai incluso in nulla.

Alck ha comprato casa mesi fa, non l’ho mai vista.

Alck mi ha portata da sua mamma dopo la morte di suo papà, poi non ci ha più fatte incontrare. Da quasi un anno.

Alck non ha mai incontrato un mio familiare per più di dieci minuti.

“Sono cose poco importanti”, tutte quelle che importano a me.

“Non regalerò mai un mazzo di fiori, è una cosa inutile”.

Nessuna delle cose che Alck dice che non farà mai, o che non capisce – nonostante io glielo abbia spiegato come a un ritardato, il concetto di “cura”, e anche tutte le sue ex – le cose che fanno felici gli altri.

Alck dice che non capisce perché dovrebbe essere un problema che non ci sia mai stato nulla di quello che gli chiedevo – un aperitivo con i miei zii da balotta, molto più carichi di lui, un giro in un posto che mi piace a 20 km da casa sua, un giorno al mare.

Alck dice che non capisce ma gliene ho parlato tante volte. Lui ascolta solo se stai male, altrimenti non è in grado. Non ce la fa.

Non ho preteso letture del pensiero: ho parlato, ho spiegato, ho chiesto e ho dato. A questo punto l’unica cosa realistica da pensare è che lui non è mai stato qualcuno con cui potersi fermare: ero solo cambiata io.

A questo punto, Alck è un idiota. E ho paura a stare senza di lui, ho pensato che potessimo restare insieme perché ho voluto crederci e lo dico sempre: credere è un verbo stupido. Infatti.

Quindi, a questo punto, per la prima volta, nonostante per tante cose lo apprezzi e lo stimi, stavolta devo proprio dire – malgrado il mio malato egocentrismo che vorrebbe sempre me sbagliata non sono io: sei tu.

9 pensieri su “Sì, diciamo che non va benissimo

  1. Se è un idiota vale sempre il solito antico motto del “meglio perderlo che trovarlo”. E sì, ogni tanto basta una stronzatina per far felici le persone, ma se mancano anche le stronzatine allora tanto vale lasciare perdere. Se deve ascoltare solo quando stai male o hai problemi, è meglio un terapista, almeno lo fa di mestiere.

    Piace a 1 persona

  2. Non mi piace l’idea che qualcuno debba sforzarsi per fare qualcosa che mi fa piacere: il problema è proprio lì, nel doversi sforzare. Anni fa, qualcuno mi scrisse una frase che mi colpì molto, perché è profondamente vera: “chi ti capisce, ti ama”. Ne tragga le conseguenze.

    Piace a 1 persona

    • Anche secondo me.
      Invece così faceva schifo. E più montava la frustrazione, più vivevo tesa, aspettando un qualche segno di considerazione per “riabilitarlo” ai miei occhi.
      Tanto vale che ciao, non posso vivere così.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...