About depression

Ho appena letto un articolo che chiarisce – basandosi su molte misurazioni – come il cervello risulti fisicamente danneggiato da una situazione continua o episodi ricorrenti di depressione.

L’Ippocampo si strizza, perde di volume ed è una modifica fisica non da poco: oltre ad essere parte integrante delle strutture atte al funzionamento della vita emozionale, è necessario a fissare i ricordi, dove per “ricordi” non intendiamo meramente dati ed eventi ma l’insieme delle esperienze psicofisiche necessarie a mantenere fluida la normale e quotidiana costruzione del concetto di sé.  

Ricordare di esistere, insomma.

 Orcamadonna.

C’è di bello che la questione pare essere reversibile, e va là.

Tendo sempre all’autoreferenzialismo quando leggo di malattie che ho avuto, questo ad esempio potrebbe spiegare perché ci siano voluti due anni dalla risoluzione dei sintomi, per avere il mio cervello indietro. 

Vabbè, cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno  

 

E qui l’articolo completo.  

Vaccini – Perché non ha senso discuterne

Non ha un cazzo di senso discutere di vaccini perché (serie limitata di moto in pausapaglia):

  1. Sono tra i farmaci più testati al mondo, casualmente testandoli – la commercializzazione di un farmaco è considerato l’ultimo step della ricerca – le malattie che contrastano, vanno scomparendo
  2. A non vaccinare i vostri minchiosissimi paffutelli rospi le spese le fanno i bambini, non i genitori 
  3. No, non è meglio prendere una malattia e guarire piuttosto che vaccinarsi, perché se si prende il morbillo – ad esempio – poi si guarisce, c’è comunque la possibilità che si annidi nel cervello e anche a distanza di anni provochi una cazzo di encefalite, non sempre letale ma spesso e comunque con altre conseguenze orribili 
  4. Chi non vaccina mette a rischio i bambini in età pre-vaccinale e se io avessi un figlio che muore perché un cazzo di hippie ignorante gli ha starnutito addosso, penso sarei legittimata ad ammazzarlo
  5. Imbecilli che leggono due facciate di stronzate su fb e pensano di conoscere sufficientemente argomenti su cui la gente si ammazza di studio per anni andrebbero interdetti dalla rete e dalla riproduzione perché così facendo fanno del male

Paglia finita, potrei andare avanti ma non ho tempo, poi si può pure parlare dei danni del fumo, ma n’altra volta.

Ah, goodmorning difterite in Spagna manica di genitori idioti che tanto amano il terzo mondo, l’ebola vi deve venire.